Le tartarughine a Marina di Campo… un anno dopo.

Intervista a Renzo Sardi collaboratore di Legambiente che nel 2017 per giorni, insieme a tanti altri volontari, ha presidiato il nido delle tartarughe fino alla schiusa delle uova.

Lo scorso anno, precisamente alle 5 del mattino del 20 Giugno, una grande tartaruga marina Caretta Caretta ha scelto la  spiaggia di Marina di Campo per deporre le sue uova. Grazie alla segnalazione di un bravo guardiano notturno (in onore del quale le sarà poi dato nome di “Federica”), da quel momento tra gli stabilimenti DA SERGIO e PAGLICCE BEACH, proprio al centro dell’ampio golfo, è iniziata la bellissima avventura di oltre 100 tartarughine (103 per la precisione), nate poi a cavallo di Ferragosto.

Quella mattina faceva un gran caldo – ricorda Renzo Sardi, grande appassionato di fotonaturalismo elbano da oltre 40 anni e volontario di Legambiente. – Avevo letto sul giornale locale della scoperta di almeno un uovo di tartaruga sulla spiaggia e grazie a Legambiente ho avuto modo di seguire, nelle settimane successive, l’evento da vicino. I bagnini, al momento del ritrovamento, non sapevano di quante uova si potesse trattare e avevano prontamente coinvolto gli esperti dell’Acquario dell’Elba e le autorità preposte. “

Gli esperti avevano ipotizzato che ci potessero essere alcune decine di uova nel nido creato nella sabbia tra gli ombrelloni, ma in realtà nessuno poteva dire con certezza quante fossero . Il titolare dello stabilimento ha subito messo in sicurezza l’area e a seguire addirittura ha costruito una speciale struttura a tutela delle uova e che “avviasse” le neo-nate verso l’acqua. Nel frattempo le tante autorità coinvolte ( tra i quali anche la Capitaneria di Porto, il Parco Nazionale Arcipelago Toscano) hanno creato uno speciale  team, con l’aiuto di tanti volontari, che sorvegliassero di notte e di giorno il sito, in attesa nella schiusa delle uova.

E’ stata una lunga attesa – continua a raccontare Renzo – fatta di lunghe notti, ma anche di tante persone piacevoli e competenti, unite dall’amore per il mare e le sue creature.

Giusto qualche giorno fa si è tenuto sempre all’Isola d’Elba  un seminario alla sede del Parco Nazionale, per ripercorrere insieme l’avvenuto, raccontare i risultati dei rilievi effettuati lo scorso anno e dare alcuni consigli nel caso di un eventuale ritorno delle tartarughe su qualche spiaggia locale. Tra i consigli principali (più che altro rivolti a guardiani degli stabilimenti e ai bagnini) vi è quello di osservare con attenzione la sabbia prima della pulizia mattutina, in cerca di eventuali tracce particolari del passaggio di una tartaruga mamma. Oltre a ciò, Legambiente attiverà un programma di sorveglianza da parte di volontari in loco per essere presenti sulle principali spiagge elbane , come Marina di Campo, Lacona e altre.

Sarebbe bello che qualche altra tartaruga tornasse … per la natura ma anche per il bellissimo team di lavoro e il clima di collaborazione che si era creato. Spero solo di riuscire a fare delle foto migliori… “.

Si, perché Renzo ha da sempre la fotografia nel cuore. Ha iniziato con le foto su pellicola e ora, per ragioni di praticità, è passato al digitale. Collabora con numerose scuole del territorio di ogni ordine e grado anche come accompagnatore nelle escursioni naturalistiche organizzate dall’Istituto G. Giusti in collaborazione con il PNAT e le guide ambientali.

Tra i molti impegni, nell’immediato futuro è da sottolineare l’allestimento di una mostra fotografica personale  dal titolo “IMMAGINELBA” che si terrà a Marina di Campo in Piazza Giovanni da Verrazzano a Giugno il 15/16/17 dalle ore 9.00 alle 24.00. La stessa sarà ripetuta anche il 15/16/17 Luglio e poi il 6/7/8 Agosto.  Il tema di questa mostra saranno i piccoli insetti e le escursioni realizzate di recente.

“Ringrazio il Comune di Campo nell’Elba e Centro Commerciale Naturale  per il patrocinio e la disponibilità degli spazi.”- dice Renzo. “Questo appuntamento sarà una mostra aperta a tutti a cielo aperto. Per me questi eventi non sono a scopo di lucro (perché non vendo mai le mie foto) ma per divulgare i valori della salvaguardia dell’ambiente e della fotografia naturalistica. “

Renzo Sardi vi aspetta a Marina di Campo da venerdì 15 Giugno con la sua prima esposizione dell’estate 2018.  

Connettiti con noi

X