ELBAnewsLETTER - ELBA, ISOLA VERDE, GRAZIE AL CONTRIBUTO DI TUTTI

Rendere l’Isola d’Elba sempre più accogliente anche in un’ottica “green” è uno dei temi al centro di numerose iniziative tra 2016 e 2017, che vedono impegnati diversi soggetti.

Un primo esempio è certamente l’ operazione “10.000 mani per l’Isola d’Elba”, che si è tenuta in diverse località dell’Isola d’Elba il 27 novembre scorso: il primo di 4 appuntamenti per la raccolta e rimozione di rifiuti inerti abbandonati sul territorio. (I prossimi appuntamenti si terranno il 22 gennaio, il 15 febbraio e il 4 marzo.)

L’Isola d’Elba vanta alcuni comuni molto virtuosi nella raccolta differenziata, mentre in altri c’è qualche difficoltà in più. Dal momento che gli alberghi, specialmente nel periodo estivo, contribuiscono in modo determinante al raggiungimento delle quote per la differenziata, l’Associazione Albergatori si è fortemente impegnata nel fornire il proprio supporto su questo tema presso le strutture associate.

Gli alberghi hanno già avviato apposite procedure, che tuttavia incontrano alcune inevitabili difficoltà. Per questo si stà cercando di risolvere il problema a monte con l’utilizzo di speciali automatismi. Grazie ad un recente accordo con ESA, saranno rese disponibili in comodato d’uso, presso le strutture ricettive, speciali presse idrauliche per la compressione di rifiuti di plastica e cartone, altrimenti molto ingombranti. Le attività che si renderanno disponibili ad utilizzare questi impianti, disponibili in diverse dimensioni a seconda delle strutture, riceveranno anche un piccolo incentivo per le mini balle di cartone e plastica consegnate a ESA per essere smaltite. Un importante passo avanti per la tutela del patrimonio naturalistico dell’isola.

 

(Foto by ELBAMYLOVE ed ESA)

Connettiti con noi

X